Il primato Nazionale usa l'omofobia per promuovere la transessuale che idolatra Hitler



Il Primato Nazionale si propone come una fucina di odio. Scelto da Matteo Salvini come editore del suo libro sovranista, il quotidiano di Casa Pound è un luogo in cui ogni discriminazione è un pretesto per usare il pregiudizio come strumento di creazione di nuovo pregiudizio.
Questa volta se ne sono usciti con un articolo intitolato "Usa, petizione degli studenti: Licenziate prof transgender: è intollerante con i gay".
La premessa è che i gay non dovrebbero poter essere ritenuti omofobi (anche se non si sa perché mai non dovrebbero poterlo esserlo) o che romperebbero le scatole alla brava gente votata al nazismo con il pretesto dell'omofobia. Peccato che il tuitolo sia volutamente fuorviante, dato che il problema è come il professore in questione sia impegnato nella distribuzione di testi in cui si loda e si promuove l'operato di Hitler: «Durante gli incontri con il comitato, i professori hanno denunciato i suoi libri come simili al Mein Kampf di Hitler -speiga l’Hartford Courant- Ogni volta che pensiamo alla libertà di espressione, dobbiamo pensare anche al danno che certi tipi di discorso possono fare. Non lasciamoci ingannare dagli imballaggi che possono veicolare idee di odio o dottrine sessiste o razziste“. Le proteste di questo mese sono iniziate quando è stato annunciato che Paglia avrebbe tenuto una conferenza dal titolo Immagini ambigue: dualità sessuale e molteplicità sessuale nell’arte occidentale».
Insomma, se Il Primato Nazionale non ha mai perso occasione per defecare odio contro le persone transessuali, pare che vogliano fare un'eccezione per chi idolatra Hitler.
Commenti