Filippo Savarese e Raffaella Frullone tentano di strumentalizzare i gravi fatti di Bibbiano per uno squallido teatrino anti-gay



I gruppi d'odio legati al fondamentalismo organizzato di estrema destra sono già all'opera per cercare di strumentalizzare i fatti di Bibbiano. Secondo la fondamentalista Raffaella Frullone (redattrice de La Nuova Bussola Quotidiana, ideatrice delle Sentinelle in piedi e membro di svariati gruppi antigay) le indagini sarebbero del tutto inutili dato che li ha stabilito che l'assistente sociale lesbica sarebbe più colpevole di tutti gli altri in virtù del suo orientamento sessuale:


Secondo copione, la fondamentalista cita imprecisate «bestemmie» volte a far leva sulla loro presunta "religione" come strumento di propaganda (va ricordato che loro sono quelli che plaudono a chi invoca il cuore immacolato di Maria per introdurre la criminalizzazione del soccorso in mare), si lamenta di chi attacca il neonazismo o di chi non vuole che le donne siano rese schiave dei loro mariti, si lagna di come in Svizzera i crimini omotransofobici siano puniti dalla legge o di come la deforestazione stia creando più danni di quell'ulteriore sovrappopolazione del pianeta tanto auspicata dai fondamentalisti.
Insomma, la loro teorie è che se una persona viene indagata, bisognerebbe provare odio verso tutto ciò che questa persone ha condiviso. Ovviamente fa eccezione Mussolini, dato che lui è quello del "ha fatto anche cose buone".

E non stupisce che a mostrarsi molto interessato a quella strumentalizzazione ideologica del fatti ci sia Filippo Savarese, presidente italiano dell'organizzazione fondamentalista CitizienGo di Ignacio Arsuaga:



L'impressione è quella di un uomo con la bava alla bocca davanti alla possibilità di poter sfruttare la vicenda così drammatica come mezzo per promuovere odio contro quelle famiglie che la sua organizzazione cerca di distruggere da anni. Peccato ci sia anche molta ipocrisia nel suo sostenere che un'iscrizione renderebbe l'associazione responsabile dei fatti mentre il fatto che la sua setta si basi sulle "teorie" inventate da un prete indagato per abusi sessuali non debba riguardarlo.

Savarese e la Frullone tentano persino di sostenere che le loro illazioni dovrebbero coinvolgere anche le associazioni che si sono occupate di promuovere corsi di educazione al rispetto nelle scuole, sostenendo che tali corsi dovrebbero essere ritenute "lezioni di ponografia" dato che la stampa fondamentalista ha tentato di spacciarle per tali:


I commenti sembrano mostrare che la loro stragia ha funzionato, con i loro adepti a cui pare non freghi nulla dei bambini dato che sembrano tutti eccitati all'idea di poter usare i fatti per promuovere odio omofobico. Secondo alcuni di loro, ciò dovrebbe portare persino all'assoluzione del loro Gandolfini e della loro De Mari nonostante le loro condanne si basino su un fatto verificabile come la calunnia (pare dunque non capiscano neppure che se si cita un giornale e si sostiene ci sia scritto qualcosa di diverso dal reale testo per tentare di diffamare qualcuno, è reato anche se Savarese cercherà di seminare odio contro le vittime di quella perversa macchinazione):



Commenti