Giovanna Foracchia, la dottoressa del Gaetano Pini che va in giro a dire che i gay sono malati e pedofili



«Per me è una malattia come le malattie psichiatriche». «Io avevo un gatto che era sospettato essere gay, questo dimostra che è una malattia»
«Omosessualità può sfociare nella ‘maniacità’ sessuale e pedofilia». «Se fossi ministro della sanità non permetterei le adozioni ai gay». A firmare questi deliri è stata Giovanna Foracchia, dottoressa del CTO Gaetano Pini di Milano.


I commenti di Foracchia sono stati apposti sotto un post omofobo in cui un integralista scriveva: «Quando sono nato era proibito essere gay, dopo è stato accettato ma nascosto, dopo è stato accettato e pubblico. Oggi è un orgoglio. Spero di morire prima che diventi obbligatorio».
I commenti sono stati notati da Yuri Guaiana di All Out e il consigliere regionale di +Europa Michele Usuelli è intervenuto sollecitando l’intervento dell’Ordine dei medici. C'è ora da sperare che la questione non finisca con un nulla di fatto come avvenne verso Silvana De Mari, condannata dai tribunali ma tuttora ingiudicata dall'Ordine.
2 commenti