Il regista Oliver Stone ha elogiato Putin per le sue leggi contro i gay



È nel corso di un'intervista con il presidente russo Putin che il regista Oliver Stone avrebbe elogiato l'omofobia russa. Secondo la trascrizione ufficiale dell’intervista rilasciata dal Cremlino, Stone avrebbe criticato la tolleranza verso i gay per elogiare chi vuole reprimere le loro vite.

Come riferisce LezPop, il regista avrebbe dichiarato:

Devo dirtelo, sono scioccato da alcuni comportamenti e dal pensiero delle nuove generazioni. Danno tante cose per scontato. E gran parte delle discussioni, del pensiero, che trovi sui giornali, nei commenti televisivi sul genere, su come le persone si identificano e sui social media, questo e quello, sono maschio, sono femmina, sono transgender, sono cisgender… Va avanti ininterrottamente, è c’è questa disputa su chi è chi. Ma mi sembra che non si centri il punto. Non è una cultura sana. Anni fa, parlavano dell’omosessualità (il riferimento è al documentario The Putin Interviews del 2017) e mi hai detto che “in Russia non la propagandiamo”… Penso che questa sia una legge sensata.

Secondo la Corte Europea dei Diritti dell”Uomo, la legge “anti-propaganda gay” della Russia è un atto illegittimo in piena violazione dei diritti umani.
2 commenti