Il partito di Adinoilfi dichiara guerra alla panchina arcobaleno



L'adinolfiniano Mirco De Carli pare letteralmente ossessionato dal suo odio contro i gay, proponendo azioni di stalking contro qualunque amministrazione osi difendere i diritti delle minoranze. Ora se l'é presa contro una panchina che sostiene non dovesse essere dipinta con i colori dell'arcobaleno:


Mentre l'adinolfiniano tenta di sostenere che dipingere una panchina sarebbe «sperpero di denaro pubblico» mentre ridipingerle per compiacere la sua omofobia sarebbe un dovere civico, il sindaco gli ha gentilmente spiegato che la panchina resterà così anche se lui non vuole. Ed è qui che l'anolfiniano inizia a contrapporre i cittadini ai gay quasi come se loro non lo fossero:


Una battaglia contro i colori di una panchina... se queste sono le priorità degli adinolfiniani, sian messi male. E perché spendono tempo a parlare di panchine e non di quel prete che collaborava con loro mentre drogava i ragazzi per abusarne sessualmente?
Commenti