L'evengelico dice sia colpa del Pd se Facebook non gli invia un sms per poter denigrare i nemici di Salvini



Dopo averci deliziato con le sue curiose teorie volte a sostenere che la donna debba essere ritenuta inferiore al maschio o che i gay debbano essere perseguitati ripetendo alcuni versetti decontestualizzati della Bibbia, l'evangelico Massimo Calise pare ossessionato anche dal suo uso della religione come mezzo di promozione del suo amatissimo Matto Salvini. Anche lui convinto come il senatore leghista Simone Pillon che Dio voglia vedere porti chiuse, armi vendute liberamente e bambini tenuti in ostaggio su navi che vengono tenute lontano dall'Italia per mera propaganda elettorale, è inveendo contro Facebook che sul blog denominato "La sacra Bibbia" di Callise leggiamo:

Purtroppo facebook è la terza volta che mi blocca l’account, dicono che inviano un sms per sbloccare ma non arriva nessun sms. Lo hanno bloccato a motivo di alcuni post veritieri e cioè dicendo che quelli del pd e movimento 5 stelle sono prepotenti e non vogliono che la gente vada nuovamente a votare perché sono consapevoli che la gente li tiene a schifo, ho detto su facebook anche che quelli della sinistra italiana scarcerano gli assassini, i ladri e gli stupratori. Dunque la loro arroganza e prepotenza dittatoriale è chiara. Altre volte mi è stato bloccato per aver messo allo specchio il vaticano affermando che questi sono a favore dell’immigrazione clandestina o traffico di esseri umani.
Sfortunatamente come avevo immaginato quelli della sinistra italiana stanno togliendo anche la libertà di critica o di giudizio critico contro di loro.

Forse troppo eccitato all'idea di poter contribuire a lasciar morire dei naufraghi nel Mediterraneo grazie alle inumane leggi volute dalla Lega, l'evengelico pare non curarsi di come la Digos sequestri gli striscioni che contestano il suo Salvini o che difficilmente si può presumere che la sinistra possa avere influenze sulle decisioni di un social network che ospita gran parte della spazzatura leghista con cui il suo "capitano" è solito cercare di aizzare i propri proseliti all'odio etnico.
Ma forse è ancora più aberrrante osservare come tutto quest'odio venga vomitato da un tizio che usa la Bibbia come lasciapassare alle sue più perverse idee personali.
Commenti