Ha una cover rosa: l'università russa decide sia gay e che debba essere espulso



Ha una cover rosa: l'università russa decide sia gay e che debba essere espulso. È capitato in Russia, presso l’Università statale di Economia degli Urali (USUE) di Ekaterinburg.
A spiegare l'accaduto è la vittima: «Il direttore del mio istituto mi ha chiamato e ha detto che si era verificata una situazione spiacevole e che aveva bisogno di parlarmi. All’incontro mi ha spiegato che avevano creato un gruppo per il monitoraggio dei social network degli studenti, grazie al quale hanno scoperto che ero iscritto a una pagina LGBT +. Quindi il vice rettore Roman Krasnov mi ha chiamato, ha detto che ho diffamato il nome dell’istituto, che ho un telefono rosa e che avere una ragazza, a suo avviso, non è una scusa e non proverebbe che non sia gay».
Il vicerettore Roman Krasnov ha confermato il costante monitoraggio degli account social: «Siamo un’università statale, quindi controlliamo il carattere morale dei nostri studenti -ha dichiarato- Perché la nostra politica giovanile e i nostri dipartimenti sociali non dovrebbero controllare ciò che i nostri studenti fanno al di fuori dell’orario di lezione?».
3 commenti