Bibbiano, i giudici non hanno riscontrato anomalie. Tutto il resto era propaganda sulla pelle dei bambini



Gli articoli rancorosi di Matteo Belpietro, le sceneggiare di Mario Giordano e lo sciacallaggio dei bambini da parte dell'ex ministro Matteo Salvini non sarebbero altro che una trovata pubblicitaria con cui il leghista ha cercato di trarre profitti personali attraverso la creazione di isterie basate su calunnie vomitate sulla pelle dei bambini.
Se forse ora non vorranno più si parli di Bibbiano, ma il Tribunale dei Minori di Bologna ha finalmente reso noto l'esito delle sue indagini: dall'analisi dettagliata di cento casi segnalati dai servizi sociali dei comuni della Val D’Enza relativi agli affidi dell’anno 2017, non esisterebbe alcuna anomalia.
Se non ci si vuole abbassare al livello dei populisti e trarre conclusioni sulla base di ciò che fa più comodo, è doveroso osservare che le delicate indagini sono ancora in corso e che sino alla loro conclusione non si potrà conoscere che cosa si stabilirà sui 15 affidamenti da cui è partita l'indagine. Ma ciò non cambia che le isterie e i proclami di fascisti e leghisti risultano sovradimensionati e tristemente finalizzati ad un mero uso politico dei bambini.
2 commenti