I giudici fermano Bolsonaro: illegittima la sua sospensione dei finanziamenti ai film a tematica LGBT



Un giudice federale ha stabilito che il Brasile dovrà ripristinare i finanziamenti ai film a tematica LGBT interrotti per volontà del presidente Bolsonaro.
La censura era stata introdotta lo scorso agosto, tra la soddisfazione dei vari gruppi di cristiani evangelici che finanziano le sue campagne elettorali. Secondo il leader populista, la creazione di sceneggiature a tema lgbt significava «buttare via i soldi». Non la pensano così i giudici, i quali hanno sancito che quelle pellicole «maritano protezione».
Commenti