La candidata di Fratelli d’Italia guarda i morti di Lampedusa e pensa che non si meritino il costo di una bara



L'ultimo naufraghi al largo di Lampedusa che ha causato 13 morti e oltre a 17 dispersi, Ma neppure una bambina di 8 mesi morta affogata di notte fra le fredde acque del Mediterraneo pare aver scosso la coscienza dell'esponente di Fratelli d'Italia che guardava quel feretro e pensava a quanti soldi avrebbe potuto risparmiare se solo la si fosse gettata in un qualche cassonetto, quasi come se per lei quella vita fosse un rifiuto senza valore.
È quanto pare aver pensato Francesca Lorenzi, candidata consigliera comunale a Firenze di Fratelli d'Italia che ha sfiorato l'elezione all'ultima tornata elettorale. Parte di quel partito che sostiene di voler "difendere la vita" solo quando si tratta di impedire che un malato terminale possa morire con dignità o quando chiedono che le donne siano obbligate con la forza al parto, è dalla sua pagina Facebook che scrive:


Se i partiti di estrema destra amano tentate di fomentare odio razziale facendo leva sull'illusione di un guadagno economico, pare strano che a voler risparmiare sulla dignità di quei morti siano quelle stesse persone che propongono di sperperare milioni di euro pubblici per schierare costosissime navi da guerra contro quei pochi disperati che scappano da fame e guerra. E non va centro meglio il tentare di creare quel "noi contro loro" che tanto piaceva alla propaganda nazifascista attraverso il racconto di squallide bufale. Eh già, perché la signora nega colpevolmente che i funerali di povertà sono gratuiti: i comuni finanziano il 50% dei funerali di chi è in difficoltà economica il 100% di chi è povero e non ha familiari reperibili che non siano a loro volta non abbienti.
Si può inneggiare al suprematismo, ma di italiani poveri che non hanno soldi per seppellire i propri cari non ne esistono (al massimo ci sarà chi non vuole spenderli, ma nessuno «non può permetterselo» come spergiura la signora.
Davanti ad una donna che pare disprezza la vita dei bambini, strizzando l'occhio si suprematisti mentre promette guadagni economici sulla morte, pare l'anticamera di quello che nel secolo scorso portò ai campi di sterminio. Se si inizia a sostenere che la vita altrui sia un costo e che non le si debba dare valore, il declino è già iniziato.
2 commenti