Blasfemnia. Vedendo segni e presagi, il prete degli integralisti annuncia che Dio ha fallito



Don Salvatore Lazzara è il prete dei fondamentalisti anti-gay. La sua attività social pare basata sulla costante esternazione del suo disprezzo contro i gay e contro i diritti delle donne, ricevendo il sistematico plauso di Maria Rachele Ruoi.
Se ieri diceva che Notre Dame fosse la prova di come il Medioevo fosse preferibile alla società odierna.. oggi se ne esce dicendo di aver visto il volto di Dio che cercava di sorreggere la croce di Notre Dame. Peccato che il suo cercare segni e presagi significherebbe sostenere che Dio abbia fallito dato che la guglia è crollata sotto il suo peso:


Dunque non solo siamo davanti a chi cerca di promuovere bigottismo, ma siamo anche davanti ad un sacerdote che pare pronto a bestemmiare Dio pur di ottenere i suoi due minuti di celebrità su Twitter. Il tutto nel timore che i suoi seguaci, così ben abituati ad inventarsi teorie divine, possano iniziare a raccontarsi che Dio non abbia potuto sorreggere la guglia perché la Francia non ha negato pari dignità ai gay o perché ha incentivato un'integrazione multiculturale. Aperto il vaso di Pandora, diventa poi difficile richiuderlo...
2 commenti