Questo post di Jacopo Coghe non è una fake-news, l'ha scritto veramente



Jacopo Coghe pare eccitarsi come una debuttante ogni qualvolta intraveda la possibilità di poter abusare dei bambini per i scopi personali politici. Da giorni continua a sostenere che non si parlerebbe abbastanza di Bibbiano e che è in nome di quei bambini che bisognerebbe promuovere omofobia attraverso un voto dato alle destre. Ma pare davvero surreale il livello di manipolazione che lo hanno portato ascrivere questo:


Se Il Giornale, Belpietro e Il Secolo d'Italia hanno fatto sensazionalismo su fatti irrilevanti e non hanno avuto remore nel parlare addirittura di fantomatici «elettoshock» che sostenevano venissero inferti ai bambini, non si capisce dove voglia andare a parare il fondamentalista dato che quelle fake-news di cui lui è complice fanno parte di una squallido sciacallaggio che calpesta la dignità delle vittime (alle quali dovrebbe essere quantomeno concesso il diritto ad indagini serie che non subiscano le incursione di politici che vogliono usare a proprio vantaggio l'indignazione popolare).
E Jacopo Coghe viole essere attore di quel teatrino dopo aver sbavato sui social non appena aha avuto conferma di come avrebbe potuto abusare di quelle vittime per promuovere odio contro la sinistra e contro i gay.
Commenti