Non è una cacciatrice di vampiri, è solo una deputata a caccia di voti



Si sta discutendo di leggi di bilancio o del Russiagate (con Savoini che voleva pagare i russi con i soldi degli italiani al fine di dirottare altri risparmi degli italiani direttamente nelle casse della Lega), ma l'Italia popolare pare fregarsene di tutto pur di andare dietro a quel pifferaio magico che, tra un hamburger e un mojito, si proclama difensore della "tradizione" culinaria italiana dicendo che un vescovo cattolico non deve poter cucinare tortellini al pollo perché così facendo non esclude la partecipazione dei mussulmani alla festa del patrono.
Da lì sono iniziate le invettive dei suprematisti, comi d'odio per quei mussulmani che non verranno discriminati come loro vorrebbero e come la Lega promette di fare nel nome del leghista che ha già criminalizzato chi salva vite umane ed ora vorrebbe criminalizzare pure chi non calpesta le scelte altrui. In pratica è come se si pretendesse che nei ristoranti vegani si serva carne solo perché Salvini si vanta di non avere rispetto per chi non la mangia.
Lo show pare aver funzionato, dato che l'italiano medio parla di tortellini e non di quei numeri che indicano che l'ex ministro non ha fatto nulla durante i suoi 14 mesi di malgoverno e persino riguardo a sbarchi e rimpatri (il suo cavallo di battaglia) i numeri sono rimasti invariati anche se lui spergiurava il contrario mentre vietava ai giornali di poter comunicare qualunque notizia sbugiardasse la sua propaganda.

E nell'Italia del grande inganno, non poteva mancare la forzista Licia Ronzulli che se ne va in televisione a sostenere che chi chiede il rispetto del principio costituzionale sulla laicità dello stato avrebbe «paura del crocefisso». Ovviamente è una semplificazione errata e pretestuosa, dato che nessuno ha paura di un crocefisso ma semplicemente non si capisce perché lo si voglia imporre ai bambini quando la scuola non è un oratorio.
Anche lei rispolvera l'ideologia dell'«identità», sostenendo che è in nome di essa che bisognerebbe imporre una religione di stato a chi ha altre credenze o a chi non capisce perché le scuole cadano a pezzi mentre la priorità dei leghisti è l'acquisto di nuovi crocefissi. Il tutto in quel mondo all'incontrario in cui a proporsi come "difensori del cristianesimo" sono quel Trump che propone di costruire fossati con coccodrilli che uccidano i migranti o quel Salvini che vuole mettere in carcere chi salva la vita ad un naufrago...
3 commenti