Complici dei carnefici



In Italia si registrano 50 vittime di omofobia al giorno. Sono 20 mila chiamate ricevute nel corso dell'ultimo anno dal numero verde di Gay Help Line, di cui 3.200 da parte di ragazzini minorenni. Si contano 400 i casi di gravi maltrattamenti familiari segnalati a danni di adolescenti tra i 12 e 25 anni. E solo 1 su 40 sporge denuncia.
Ma se Luxuria va in televisione a parlare di bullismo, il senatore leghista Simone Pillon inizia a blaterare di un  fantomatico «gender», l'integralista Filippo Savarese si mette a raccogliere firme per chiedere la chiusura del programma e Il Giornale mente ai propri lettori dicendo che abbia insegnato ai bambini «come si diventa trans». Questa non è semplice omofobia, questa è complicità con i carnefici.
A questo punto possiamo anche continuare a raccontarci che l'omofobia capiti senza ragione, oppure dovremmo iniziare a pretendere che anche i mandanti di quelle violenze ne rispondano in prima persona. E non è certo campando in aria fantasiose teorie sul fantomatico «gender» che questa gente potrà spiegare alle proprie vittime perché mai abbiano colpevolmente ed intenzionalmente tentato di danneggiare le loro vite.
Pillon ripete ossessivamente che lui pensa di essere «cristiano»... ma non vorremmo essere in lui quando dovrà rendere conto a dio delle sue colpe ai danni dei bambini.
Commenti