La sindaca leghista schederà gli insegnanti che dissentono dal leghismo



A partire da settembre, la sindaca leghista di Monfalcone chiederà agli alunni di riferire se gli insegnanti la criticheranno in classe, schedando quindi «quelli di sinistra».
Ovviamente il sostenere che chi non sia leghista sia «di sinistra» e non semplicemente intelligente è parte di una retorica ispirata al nazifascismo che mira a creare contrapposizioni e a mettere gli uni contro gli altri in modo che i cittadini si facciano la guerra mentre Salvini sta al Papete a guardare le cubiste e a far giocare suo figlio con i mezzi della polizia di stato.
Secondo la sindaca leghista Anna Cisinit, il monitoraggio degli insegnanti di sinistra presenti nel suo comune sarebbe un dovere perché «avvelenano i giovani, osteggiando apertamente le scelte democratiche che gli italiani stanno manifestando verso gli amministratori della Lega».
Tra la promessa di schedature per rom, gay e dissidenti politici, la Lega pare ormai su un binario senza ritorno verso il baratro.

_________
Nella foto: la leghista Anna Cisinit abbracciata al ministro leghista Matteo Salvini.
1 commento